Vecchio Pruno - Podcast GS 27 del 14 aprile 2021 - Traduzione italiana

Il Denkōroku (伝光録) è un libro scritto da Keizan, che fu un successore di Dogen Zenji. Il Denkōroku è il Libro della Trasmissione, ha un capitolo per ogni antenato nella trasmissione del Dharma.

Il primo capitolo è sul Buddha Shakyamuni e termina con una piccola poesia, ogni capitolo  nel Denkoroku termina con un verso. Il primo verso è il seguente:

Il ramo di un vecchio pruno cresce diritto

Le sue spine si espandono con il tempo

E’ una tipica poesia criptica. Cosa significa?

Il vecchio pruno è il Dharma. E’ molto vecchio, infatti è lì da un tempo incommensurabile. Un ramo cresce diritto. Il ramo è il Buddha Shakyamuni. Il Buddha Shakyamuni è apparso nel mondo come un ramo diritto di un vecchio pruno.

Se riflettete un momento vi rendete conto che i rami diritti in un vecchio pruno sono abbastanza rari. Il Buddha Shakyamuni era un caso molto speciale e le persone riconoscevano che era un caso molto  speciale. Venivano a frotte per ascoltare i suoi insegnamenti. Inoltre, naturalmente, non appena videro che la gente accorreva per ascoltare i suoi insegnamenti, alcune persone divennero gelose e ci fu ogni sorta di disputa, divisione e protesta. I giovani volevano andarsene e seguire il Buddha e i genitori, indignati, li chiudevano a chiave e non li lasciavano andare, alcuni fecero lo sciopero della fame. C’era tutto il normale pandemonio e trambusto che ci si può aspettare quando c’è fermento nel mondo sociale.

Quindi, sebbene ci fosse questo fenomeno miracoloso e sorprendente del ramo dritto in un vecchio pruno, c’erano molte spine. C’erano spine in ogni direzione. Più il tempo passava e più c’erano spine.

Il Buddhadharma passa di generazione in generazione e continua ad essere un ramo dritto nella sua essenza. E’ dritto nella sua moralità, nella sua etica. E’ dritto nel suo apprezzamento della natura della mente. E’ dritto nel suo essere una pura e profonda fede che trascende tutte le vicissitudini della vita ordinaria.

Questo è il ramo diritto ed è direttamente collegato con il vecchio pruno del Dharma, che ha le sue profonde radici nel terreno, che è il terreno dell’intero universo, l’intero cosmo, l’intero significato.

Ma il pruno ha le spine. Da un lato si può dire che le spine sono i molti problemi, causano molto turbamento, la gente ne è ferita. D’altro lato le spine sono anche una protezione per i frutti dell’albero.

Il pruno dà bei frutti. Il frutto del Dharma appare nel mondo ed è in un certo senso protetto dalle spine. 

Quindi Keizan scrisse questo verso:

Il ramo di un vecchio pruno cresce diritto

Le sue spine si espandono con il tempo

per concludere il suo capitolo nel Denkōroku sul Buddha Shakyamuni, il fondatore della nostra grande tradizione. Questo è ciò a cui volgiamo, questo è ciò a cui torniamo, questo è l’oggetto del nostro rifugio. Prendiamo rifugio in quel ramo dritto che ci riporta al vecchio pruno.

Namo Amida Bu

Grazie mille!

Dharmavidya

David

Views: 2

© 2021   Created by David Brazier.   Powered by

Badges  |  Report an Issue  |  Terms of Service