LITANIA DI QUAN SHI YIN - HJ. Kennett - Adattamento Brazier/Johnson - Traduzione italiana

Immensa e gentile Quan Shi Yin, dacci la grazia di conoscerti e riconoscerti, in qualunque forma tu ti manifesti: per la strada, in un negozio, al lavoro, nello svago;

Dacci il coraggio di riconoscerti nel piacere e nel dolore, nella felicità e nell’infelicità;

Dacci la saggezza di riconoscerti nelle tue innumerevoli forme, non solo in quelle che vogliamo vedere;

Dacci la compassione di comprendere coloro che sono in preda all’illusione, al pregiudizio e al bigottismo;

Da loro il potere di conoscere lo spirito del Dharma, non solo l’abilità di leggere le regole e le scritture;

Dacci la saggezza di di sapere che quello che le chiese cattoliche insegnano è stato insegnato dai Buddha per migliaia di anni;

Dacci la saggezza di prendere i sufi per mano nelle loro danze, per conoscere la gioia della meditazione;

Dacci la comprensione che i festival giudei sono celebrati dai Buddha;

Insegna alle persone che la pace nel mondo si può ottenere soltanto se portiamo la pace gli uni verso gli altri nei nostri cuori;

Insegnaci a capire che siamo responsabili, ognuno di noi, per i conflitti che fanno piangere il mondo, a causa dell’avidità e dei conflitti nei nostri propri cuori;

Insegnaci ad affrontare noi stessi così come siamo tenendo il tuo specchio, in tutte le tue manifestazioni, davanti a noi;

Insegnaci che tutti gli esseri, di qualunque colore, religione o specie essi siano, sono ugualmente amati da tutti i Buddha;

Donaci la  gratitudine  verso gli oggetti inanimati per essere disponibili al nostro servizio e uso;

Insegnaci che non abbiamo il diritto di pretendere che alberi e piante si diano a noi senza esprimere la nostra gratitudine;

Dacci la compassione di migliorare e di desistere dallo sfruttamente di tanti animali;

Insegna ai genitori che che i loro figli hanno il diritto di essere rispettati, di avere attenzioni, amore e riconoscimento delle loro opinioni;

Insegna ai figli che le parole dei loro genitori devono essere ascoltate e prese sul serio;

Appari in tv e nei teatri e mostra il pericolo della tossicodipendenza e del male del crimine dal quale dobbiamo essere salvati;

Aiutaci a capire che tutti gli esseri hanno fondamentalmente le stesse paure, speranze, amori, desideri, fame e sete; 

Che fingono di non averli solo  per paura dell’ostracismo della società;

Insegnaci a non essere resi codardi dalle circostanze e dalla verità;

Insegnaci che una persona arrabbiata è una persona spaventata;

Aiutaci ad essere amici di chi è solo;

Dacci la vista delle tue migliaia di occhi per vedere dove c’è bisogno di aiuto e dacci la forza delle tue migliaia di braccia per dare quell’aiuto;

Insegnaci a non guardare gli errori degli altri ma i nostri;

Insegna a tutti i buddhisti che è meglio vivere in armonia tra noi che litigare e combattere per la dottrina e il dogma;

Insegna a coloro che calunniano, maledicono ed insultano gli altri che gli unici ad essere feriti sono loro stessi, poiché tutte le maledizioni devono, per la legge del karma, tornare completamente sulla testa di coloro che le pronunciano;

Insegna a coloro che sono calunniati ad avere compassione per i miserabili e per coloro che hanno perso la Via e che pronunciano tali maledizioni;

Insegnaci che nell’intero universo gli unici nemici sono la paura e la superstizione;

Concedi a coloro che cercano di controllare gli altri il coraggio di affrontare se stessi e il loro desiderio di potere;

Dacci il coraggio di guardare nel grande specchio che tutti  gli esseri viventi e gli oggetti inanimati stanno davanti a noi e a vederci come siamo veramente;

Dacci l’intelligenza di utilizzare la riflessione;

Insegnaci che i Buddha e gli Antenati non saranno danneggiati dal nostro vivere in modo naturale;

Insegnaci che la persona illuminata è integra, libera dalle opinioni degli altri;

Insegnaci ad amare e gioire del cielo blu, del sole , della pioggia, della neve e della tempesta che la natura manda, dacci la saggezza di utilizzare l’opportunità che essa porta di allenarsi continuamente;

Concedici, nell’inverno delle nostre vite, di essere capaci di guardare indietro negli anni senza troppi rimpianti;

Aiutaci ad affrontare in verità ciò che è chiamata morte, senza sentirsi euforici se si incontrano dei e angeli nel momento della morte, senza sentire paura se si viene assaliti da demoni e diavoli, ma ad incontrarsi nella luce infinita  in fede ed agio; in questo modo si conosce la vera libertà;

Con questo viviamo nella tua grazia eterna.

Views: 14

Add a Comment

You need to be a member of David Brazier at La Ville au Roi (Eleusis) to add comments!

Join David Brazier at La Ville au Roi (Eleusis)

© 2021   Created by David Brazier.   Powered by

Badges  |  Report an Issue  |  Terms of Service